Istituto Zooprofilattico Sperimentale
Normal view MARC view ISBD view

Vita scritta e scrittura della vita. : Il "Diario sentimentale" di Vasco Pratolini / Bacchereti, Elisabetta

Main Author: Bacchereti, ElisabettaLanguage: italiano.Country: Italia.Publication: Firenze : Olschki, 2015Description: 23 p.ISBN: 9788822263414.Set Level: Vasco Pratolini 1913-2013. Vol: 39-61 p.. Classification: SCIENZE DELL'ANTICHITÀ ; FILOLOGICO-LETTERARIE E STORICO-ARTISTICHEAbstract: La scelta e definitiva risistemazione,da parte di Vasco Pratolini, in un unico organismo testuale (il "Diario sentimentale" del 1956). delle prose autobiografiche si risolve in una loro risemantizzazione, a comporre, da testi già editi, un libro " nuovo" , testimone di una Bildung esistenziale, morale ed espressiva. Ricomporre in mosaico, secondo un criterio selettivo e funzionale più che meramente cronologico, le tessere disperse della scrittura memoriale, le valorizza non solo come "carta di nascita" del romanziere ma soprattutto come "carta di identità" di una scrittura che conquista faticosamente se stessa. L'iniziale "je", autoreferenziale e lirico, approda ad un collettivo e cronachistico/storico "je e(s)t les autres". Procedendo per "memorabilia" Il "Diario sentimentale" ricolloca la vita scritta in un percorso a stazioni sulla via (crucis, spesso, per Pratolini) della scrittura della vita e del mondo..Subject: autobiografia | Pratolini List(s) this item appears in: Nuove acquisizioni
Tags from this library: No tags from this library for this title. Add tag(s)
Log in to add tags.
    average rating: 0.0 (0 votes)
No physical items for this record

La scelta e definitiva risistemazione,da parte di Vasco Pratolini, in un unico organismo testuale (il "Diario sentimentale" del 1956). delle prose autobiografiche si risolve in una loro risemantizzazione, a comporre, da testi già editi, un libro " nuovo" , testimone di una Bildung esistenziale, morale ed espressiva. Ricomporre in mosaico, secondo un criterio selettivo e funzionale più che meramente cronologico, le tessere disperse della scrittura memoriale, le valorizza non solo come "carta di nascita" del romanziere ma soprattutto come "carta di identità" di una scrittura che conquista faticosamente se stessa. L'iniziale "je", autoreferenziale e lirico, approda ad un collettivo e cronachistico/storico "je e(s)t les autres". Procedendo per "memorabilia" Il "Diario sentimentale" ricolloca la vita scritta in un percorso a stazioni sulla via (crucis, spesso, per Pratolini) della scrittura della vita e del mondo.

There are no comments for this item.

Log in to your account to post a comment.

Pietro La Placa - Biblioteca IZS della Sicilia "A.Mirri"
Monica Bucciarelli - Biblioteca IZS Abruzzo e Molise "G. Caporale"

Powered by Koha, engineered and maintained by Cineca.